venerdì 26 luglio 2013

Eral/Prawn Biryani, come ti cucino indiano in pentola a pressione!


Il pacco più profumato della storia! È quello che è arrivato ieri, pieno zeppo di favolose spezie direttamente dall'India. Ringraziamento pubblico a chi me le ha donate, ovvero il mitico Devanand Upadhyay, poliedrica guida di Varanasi, che abbiamo avuto modo di incontrare due anni fa ormai sulle rive del Gange. Grazie a lui ed alla sua esperienza abbiamo potuto vivere la città oltre i solito circuiti turistici, il che è ovviamente stato l'optimum, la ciliegina sulla torta di un viaggio favoloso nel nord dell'India. Non potevo non onorare tale inaspettato dono, per cui mi son messa alla ricerca di una buona idea che fosse nel contempo anche rapida finché mi son imbattuta in questa (ovviamente se un Italiano vuole cimentarsi un cucine altrui è meglio che si attenga ai consigli/ingredienti di food lovers del posto!) 
I due più comuni modi di cucinare il riso in India sono 'biryani' e 'pulao', il primo in genere è un piatto unico in cui i vari componenti vengono cotti separatamente e solo in seguito mescolati (il riso in questo caso sarà sfumatamente insipido di per sè, ma assumerà un complesso e sublime misto di sapori proprio dall'unione dei vari ingredienti), mentre il secondo preferibilmente è di 'accompagnamento' ai vari curry con la loro saporita ed abbondante salsa. In entrambi i casi i chicchi di riso devono essere assolutamente sgranati tra di loro, insomma se ottenete qualcosa dalla consistenza di un cremoso risotto siete lontani anni luce dall'originale : -D
Il 'curd' ovvero la cagliata, molto usata in India, è stata da me sostituita con dello yoghurt naturale, mentre in assenza di foglie di coriandolo fresche ho impiegato quelle di prezzemolo.
Per la durata di un piatto son tornata in India, che piacevole sensazione!!! : -)

Qui sotto una foto (decisamente più artistica e professionale delle mie da banale Iphone!) della ricetta originale : -)


Con questa ricetta partecipo al contest di chiacchiere in cucina



Ingredienti (per due persone)
125 gr di gamberoni sgusciati e puliti
120 gr di riso basmati
1/2 cipolla rossa di Tropea
1/2 spicchio di aglio+mezzo cucchiaino di zenzero in polvere
2 cucchiai di yoghurt naturale
1 cucchiaio di succo di limone
3 foglie di menta
alcune foglie di prezzemolo fresco
peperoncino piccante una spolverata generosa (ma voi potete abbondare)
coriandolo in polvere un pizzico
1 cucchiaino di curcuma
2 chiodi di garofano
1 anice stellato
1 stecca di cannella
4 frutti di cardamomo
1 foglia di alloro
1 cucchiaio di semi di finocchio
ghee (burro chiarificato) 2 cucchiai
sale QB
circa 175 gr di acqua

Preparazione
Se non ne disponete di quello pronto (in alcuni negozi ho visto che viene venduto), dovrete innanzitutto preparare in anticipo il ghee o burro chiarificato nel modo che preferite, io in genere uso il microonde, poi lo raffreddo in frigo per velocizzare la separazione tra acqua e proteine dalla parte grassa.
Poi vi dovrete dedicare alla marinatura dei gamberi puliti e privati della 'vena' disponendo in un contenitore basso e largo lo yoghurt, la curcuma, il limone, il sale e il peperoncino ben mescolati tra loro. Immergete i gamberi per almeno 15 minuti per lato lasciandoli in frigo.
Lavate il basmati sciacquando l'amido in eccesso, basterà lasciarlo 10 minuti in acqua fredda quindi scolarlo e passarlo un attimo sotto acqua corrente. Nel frattempo sminuzzate la cipolla, le foglie di menta e basilico, aprite i 'frutti' del cardamomo per estrarne i semini.
In una padella larga mettete una piccola noce di burro chiarificato, una volta sciolto disponete i gamberi solati della marinata e fate cuocere a fuoco vivo un minuto per lato. Pronti, metteteli in un piatto in attesa di utilizzo.

Ora prendete la pentola a pressione in cui mettete il restante burro chiarificato con i semi di finocchio, i chiodi di garofano, la foglia di alloro, l'anice stellato, la cannella, i semi di cardamomo e fateli andare un minuto a fuoco basso. Aggiungere lo zenzero e il pezzetto di aglio ben schiacciato girando con un cucchiaio di legno per non far attaccare al fondo, quindi unire prezzemolo e menta tagliati finemente insieme al coriandolo in polvere e la polvere di peperoncino piccante.

Unire i gamberi saltati e tutta la loro marinata, cuocere non più di un minuto a fuoco basso.
Aggiungere il riso basmati scolato e l'acqua prevista girando un paio di volte con il solito cucchiaio di legno per amalgamare il tutto.
Chiudere la pentola e mandare in pressione, dal fischio abbassare al minimo il fuoco e cuocere 6 minuti.
Spegnere ed eliminare completamente la pressione agendo cautamente sulla valvola, quindi aprire.
Un mescolata e via, il vostro splendido piatto dai sapori indiani è pronto da servire!
Che buonissimo !!! : -)

5 commenti:

  1. Yum so glad you liked the recipe and thanks for the link back :) Thank u so much for trying!!! Sounds like you had a wonderful trip too :) Wonderful blog following you now!!

    RispondiElimina
  2. So honored! :-)thanx for the great recipes, I hope to try the others as soon as possible!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao!
    Ho aggiornato il blog e il post!
    Scusa ma ero di rientro :)
    Grazie per partecipare..ora fatti votare ;)
    G.

    www.facebook.it/ChiacchiereCucina

    RispondiElimina
  4. Complimenti!! Ci sono delle ricette invitanti.. Tipo questa, ottima per noi amanti della pentola a pressione!! Devo provarla assolutamente!! ;)

    RispondiElimina
  5. Grazie!!! :-) aggiornami se la provi!

    RispondiElimina