domenica 5 gennaio 2014

Cachi acerbi all'Arneis



Partiamo dal fondo: sapevo che sarebbe andata  a finire così! Mi riferisco ai cachi del vicino di casa, lasciati come ogni anno a marcire sull'albero giorno dopo giorno, gelata dopo gelata...Lo sapete odio sprecare il cibo e osservare che nessuno raccoglie dei frutti così 'bio' mi amareggia...


Ma quest'anno una piccola 'vittoria' c'è stata, sì, perchè ne son riuscita  a salvare alcuni! Giuro non ho rubato nulla, so bene che solo i frutti che cadono nella mia proprietà possono essere presi...già ma i cachi devono essere raccolti e lasciati maturare e se cadono spontaneamente dalla pianta, significa che non son più tanto mangiabili, direte giustamente! è vero, infatti sono caduti per sbaglio quando (totalmente fuori stagione) i vicini hanno finalmente deciso di 'potare' le fronde che rigogliosissime passavano dal nostro lato. Bhèeeee ragazzi a questo punto i frutti avevano toccato terra, per cui miei a tutti gli effetti :-) Cachi sodissimi, appena screziati di arancio, assolutamente acerbi, ma occorreva dare un senso alla loro esistenza! Così ho girato un po' in rete e ho trovato varie ricette con preparazioni più o meno laboriose e complesse per la loro conservazione in vasetto. Ovviamente questa é la mia ricetta per i cachi sott'olio, semplice e rapida, da dispensa, per accompagnare formaggi di media stagionatura.
Assolutamente da idea regalo natalizia! :-)


Con questa idea regalo partecipo al contest del blog La mia Cucina improvvisata


Ingredienti
1litro di acqua
3 cachi NON maturi
2 cucchiai colmi di sale
3 cucchiai di zucchero di canna
150 ml Arneis
250 ml di aceto di mele

Peperoncino fresco
Origano essiccato
Qualche spicchio di aglio
Grani di pepe nero

Preparazione
Lavare per bene i cachi, asciugarli e privarli del picciolo. Con un coltellino affilato tagliare sottili (un paio di millimetri) fettine delle dimensioni preferite (io ne ho fatte alcune dell'intera grandezza del frutto, altre a metà e così via seguendo la naturale forma dello stesso). In una pentola portare ad ebollizione nell'acqua, il sale, l'Arneis, l'aceto di mele, sale e zucchero. Raggiunta la temperatura tuffare i cachi affettati e sbollentare per 4-5 minuti (dipende dalla grandezza e spessore delle fette), quindi disporle ben distanziate le une dalle altre su un canovaccio pulito. Coprire con un altro canovaccio e lasciare asciugare almeno 24 ore.


Passato questo tempo, procurarsi dei vasi sterilizzati e riempirli di fettine alternandole con il peperoncino, l'aglio, i grani di pepe, l'origano (e quante altre spezie la vostra fantasia suggerisce). Coprire per bene con olio, dando dei piccoli colpetti sul fondo del barattolo oppure muovendo il contenuto dello stesso con un coltellino al fine di far fuoriuscire tutta l'aria.
Ecco pronti i barattolini per la vostra dispensa o per i cestini regalo!

1 commento:

  1. Ricetta inserita, grazie mille, a domani per l’estrazione… Baci, Martina

    RispondiElimina